Seguici sui social

LicataNotizie

Angelo Vecchio: “Domenica sarà una festa, coloriamo il Dino Liotta!”

Curiosità

Angelo Vecchio: “Domenica sarà una festa, coloriamo il Dino Liotta!”

Mancano ormai pochi giorni al “Derby delle Aquile” di domenica, abbiamo sentito lo storico radiocronista Angelo Vecchio famoso per il suo famoso grido “E la rete, e la rete, e la rete, reeeeeeeeeteeeeee” in Licata-Striano 4-2, ecco l’intevista:

Ciao Angelo, voce storica delle domeniche calcistiche licatesi, come vivi la vigilia della gara di domenica ?

Beh che dire, sicuramente non è una settimana come altre, in giro non si parla d’altro, in città si respira aria di festa e il popolo Gialloblu è pronto a fare la propria parte.
Avendo studiato a Palermo e frequentato il Renzo Barbera posso dire di aver vissuto tante gioie e dolori anche dei cugini rosanero, popolo stupendo e non vi nascondo che, dopo “i miei colori gialloblu”, ho sempre nutrito simpatia per il Rosanero…

Derby che torna dopo tanti anni, cosa ricordi di quella gara?

Ricordo un “Dino Liotta” vestito a festa, con le 2 tifoserie che diedero vita ad una Festa anche fuori dallo stadio, in quel periodo la mia seconda casa era la CURVA SUD e mi ricordo gli applausi con cui uscirono dal rettangolo di gioco i 22 in campo. Erano gli anni in cui noi ahimè iniziavamo la nostra parabola discendente, mentre il Palermo dal canto suo aveva messo su una rosa incredibile che li portò in categorie superiori.

Sei stato presente nel settore ospiti del Barbera quest’anno, cosa puoi dirci in merito a quella giornata?

Giornata memorabile, con un esodo di licatesi festanti che invasero pacificamente il capoluogo. Fu una giornata molto particolare, ricordo di aver beccato nel settore “Sold out” del Barbera, amici  che arrivavano da tutta Italia per assistere a quell’incontro e che sarebbero subito ripartiti dopo la gara, a testimonianza dell’amore che il licatese nutre verso i propri colori.
La gara fu divertente e ricca di colpi di scena, alla fine ne uscimmo sconfitti, ma fra gli applausi del popolo rosanero, il Licata non demeritò affatto e negli ultimi minuti andammo vicinissimo al pari.

 

Calcisticamente che partita sara’?

Il Licata viene da una sonora sconfitta, quindi c’e’ tanta voglia di rivalsa e penso che venderà cara la pelle, caricata dall’ambiente e dalla spinta che il Liotta saprà dare. Questa è una gara storica, molto importante anche dal punto di vista mediatico e penso che anche i nostri giovani calciatori non si faranno scappare l’occasione per mettersi in mostra, anche perchè secondo me le carriere di questi ragazzi passano attraverso la disputa in questi teatri così importanti e noi a Licata ne sappiamo qualcosa. Dal canto suo i rosanero arriveranno a Licata per continuare la loro cavalcata per un rapido ritorno fra i professionisti, la loro rosa è di una spanna superiore alla nostra, ma faranno bene a non sottovalutare i ragazzi di Campanella.

 

Cosa ti senti di dire ai ragazzi della CURVA SUD?

Più che altro voglio ringraziarli a nome della città per tutti i sacrifici che affrontano domenicalmente, per seguire e non far mancare mai il loro sostegno, solo chi ha frequentato quei gradoni può capire quanti e sono i sacrifici per sostenere i propri colori. Sono certo che anche domenica sapranno stupirci.

 

Che appello ti senti di lanciare alla dirigenza attuale del Licata e ai tuoi concittadini?

Per quanto riguarda la dirigenza, voglio complimentarmi pubblicamente per i risultati raggiunti fino ad oggi. Il mio augurio è quello che in un futuro prossimo possano inglobare altre forze sane in modo da crescere ancora e riportare il calcio che conta in una città in cui purtroppo sono rimaste ben poche occasioni di svago. Tornando a domenica vi dico invece che, l’importanza della gara è tanta, per i punti in palio, per il nobile e blasonato avversario che avremo al nostro cospetto e anche dal fatto che arriveranno con ogni mezzo tantissimi palermitani che coloreranno di rosanero parte del Liotta.
Quindi credo che Licata e i licatesi non hanno bisogno di particolari appelli, personalmente le uniche cose che mi sento di dire + che mi farebbe piacere vedere lo stadio molto colorato, perciò INVITO TUTTI A PORTARE  CON SE’ UN VESSILLO GIALLOBLU’ e partecipare festanti e rumorosi per onorare un grande evento e onorare una tifoseria come quella rosa che nella gara di andata si e’ distinta per signorilità.

 

 

 

LicataNotizie

News, informazioni, curiosità ed eventi della città di Licata. Per la tua pubblicità contatta il 320 7550740.

Vai su