Seguici sui social

LicataNotizie

Da lunedì Sicilia in zona arancione, ecco cosa cambia

Attualità

Da lunedì Sicilia in zona arancione, ecco cosa cambia

Il governo nazionale decide di abolire la zona gialla in tutta Italia sino al 6 aprile. Dal 3 al 5 aprile tutto il Paese in rosso

 

La Sicilia in zona arancione da lunedì e rossa dalla viglia di Pasqua a Pasquetta. Dalla riunione tra governo, Regioni ed enti locali è emerso che l’esecutivo nazionale imporrà questa misura, abolendo la zona gialla fino al 6 aprile. Il decreto valido su tutto il territorio nazionale è stato firmato dal premier Mario Draghi. Domani arriverà anche l’ordinanza del ministero alla Salute Roberto Speranza.

La stretta

Secondo la bozza di decreto legge, scompariranno le zone gialle e si finirà in rosso automaticamente con un’incidenza settimanale superiore a 250 casi per 100mila abitanti. Dal 15 marzo al 2 aprile, e il 6 aprile, nelle Regioni che hanno dati da zona gialla saranno comunque “messe” in zona arancione. La regola quindi per ora non vale per la Sardegna che è bianca. E’ stato il comitato tecnico scientifico nazionale a suggerire al governo di abolire la zona gialla le cui restrizioni sono giudicate inefficaci per contenere l’epidemia. La Sicilia tornerà dunque in zona arancione anche se mostra un indice di diffusione Rt inferiore alla soglia di 1. Ecco cosa cambia.

Spostamenti

Sempre dal 15 marzo al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni in zona arancione, è consentito, in ambito comunale, “lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22”. Il limite massimo però è di due persone oltre a quelle conviventi. I minori di 14 anni non si contano, e quindi possono aggiungersi ad esempio ai genitori che visitano i nonni, così come i disabili o non autosufficienti conviventi. Questi spostamenti non sono consentiti in zona rossa.

Bar, ristoranti e centri commerciali

Da lunedì sarà vietata la consumazione all’interno delle attività di ristorazione anche a pranzo ma resta sempre consentito l’asporto fino alle 22. Per i bar l’asporto di bevande è consentito fino alle 18. E’ vietata la consumazione nei pressi dell’esercizio commerciale. Niente limiti orari per la consegna a domicilio. Sono aperti i negozi al dettaglio mentre i centri commerciali chiudono nei giorni festivi e prefestivi. Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Pasqua in rosso

Il 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale, salvo le aree in zona bianca, si applicano le regole della zona rossa. All’interno delle regioni ci si può spostare rispettando le regole appena esposte per le zone arancioni. Si tratta di una deroga alla regola generale delle zone rosse motivata dalle festività.

LicataNotizie

News, informazioni, curiosità ed eventi della città di Licata. Per la tua pubblicità contatta il 320 7550740.

Vai su