Seguici sui social

LicataNotizie

Dal 26 Aprile riaprono i ristoranti anche di sera, le palestre dall’1 giugno

Politica

Dal 26 Aprile riaprono i ristoranti anche di sera, le palestre dall’1 giugno

Dal 26 aprile giallo rafforzato: consentiti gli sport all’aperto e riapertura in presenza per tutte le scuole, anche le superiori, tranne che nelle zone rosse. Da lunedì la Campania passa in arancione

 

 

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, con un “giallo rafforzato” e l’apertura di tutte le attività di ristorazione, sport e spettacolo nelle aree a basso contagio da Covid, ma solo all’aperto. E’ quanto afferma il premier Mario Draghi in conferenza stampa. Gli stabilimenti balneari e le piscine all’aperto riaprono il 15 maggio, mentre le palestre riaprono il primo giugno anche al chiuso. Intanto, secondo il monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, l’Rt nazionale è sceso a 0,85.

 

 

Il premier sulle nuove misure “decise sulla base dei dati in miglioramento”: “Riaperture definitive con comportamenti corretti”. Con il Def e lo scostamento si fa “una scommessa sul debito buono”. Dl Sostegni: già pagati 3 miliardi dal 30 marzo

 

 

“Abbiamo deciso di anticipare la reintroduzione delle zone gialle dal 26 aprile, dando precedenza alle attività di ristorazione all’aperto, sia a pranzo sia a cena”. Lo ha annunciato il premier Mario Draghi, dopo la cabina di regia sulle nuove misure anti-Covid, parlando di “rischio ragionato”. “Si può guardare al futuro con prudente ottimismo e fiducia, ma bisogna mantenere comportamenti corretti”, ha aggiunto.
Rischio fondato sui dati – Sulle riaperture Draghi ha spiegato che il governo ha preso “un rischio ragionato, un rischio fondato sui dati che sono in miglioramento” con una probabilità “molto bassa che si debba tornare indietro”. Questo perché “la campagna di vaccinazione va bene, con tante sorprese positive e qualcuna negativa e questo è stato fondamentale per prendere le decisioni” sulle riaperture. Le decisioni del governo sulle riaperture “rispondono al disagio delle categorie, operatori, famiglie, ragazzi, e portano a maggiore serenità nel Paese e pongono le basi per un rilancio economico ma anche sociale”.
Speranza: “Meno rischi all’aperto” – Sulla stessa linea anche il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Il principio che utilizzeremo in questa fase caratterizzata dalla gradualità si basa su dato: nei luoghi all’aperto riscontriamo una difficoltà significativa nella diffusione del contagio. Applicheremo questo principio nell’ambito della ristorazione e non. Auspico che il quadro epidemiologico migliorerà per programmare ulteriori aperture per le attività che non si svolgono all’aperto”, ha detto.

 

LicataNotizie

News, informazioni, curiosità ed eventi della città di Licata. Per la tua pubblicità contatta il 320 7550740.

Vai su